Qual è la temperatura ideale in casa e come misurarla

27 Giugno 2022
Qual è la temperatura ideale in casa e come misurarla

Mantenere in casa una temperatura ideale è fondamentale, per salvaguardare la salute e ridurre anche i costi in bolletta. Infatti, una temperatura giusta, oltre che risultare più salutare e confortevole, fa risparmiare sui consumi. Ma come regolarsi in casa per avere la giusta temperatura?

In realtà non dovrebbe essere una scelta personale, in quanto esiste una normativa che stabilisce cosa fare. Vediamo di saperne di più sulle regole riguardanti la temperatura ideale in casa e su come misurarla.

Normativa sulla temperatura da tenere in casa

I decreti legislativi 412/93 e 551/99 stabiliscono che in Italia la temperatura ideale da avere in casa è di 20 gradi, con un margine di tolleranza di 2 gradi, sia per difetto che per eccesso. Questo vuol dire che la temperatura minima ideale per legge in casa è di 18 gradi, mentre la temperatura massima in casa per legge è 22 gradi.

Gli esperti internazionali, che studiano il comfort climatico, considerano ottimale la temperatura consigliata in casa, ideale per svolgere le attività lavorative e la vita quotidiana.

È consigliabile non superare i valori di temperatura consentiti dalla legge, sia perché abusare dei riscaldamenti è una delle principali cause dell'inquinamento atmosferico, sia perché favorisce l'insorgenza di malanni di stagione e altri disturbi dovuti agli sbalzi termici fra interni ed esterni.

Temperatura ideale in casa inverno

La temperatura ideale in casa in inverno per mantenerla si consiglia di impostarla negli ambienti dove solitamente si trascorre più tempo, intorno ai 20 gradi e mantenerla costante il più possibile. Per raggiungere l’obiettivo bisogna attenersi a delle semplici regole:

  • Non accendere i radiatori per molte ore, per evitare che in casa si crei un clima tropicale, tale da far stare addirittura a maniche corte
  • Non tenere sempre le finestre chiuse, ma arieggiare gli ambienti in quanto il ristagno d'aria favorisce l’accumulo di microrganismi e batteri, nocivi per la salute.

Temperatura ideale in casa d’estate

La temperatura ideale in casa d'estate è quella che si attesta intorno ai 20-22 gradi, con un'umidità intorno al 50-60%. Tuttavia, quando fa molto caldo, l’ansia di cercare il massimo refrigerio spinge a cercare temperature domestiche molto basse.

Bisogna assolutamente evitare di farlo, perché potrebbe arrecare danni alla salute e aumentare notevolmente i consumi di energia. È, invece, importante impostare la temperatura del condizionatore, in modo che la differenza tra l’aria esterna e quella interna non sia superiore ai 6/7°. 

Per esempio, quando le temperature raggiungono o superano i 30 gradi, è consigliabile climatizzare l'ambiente tra i 26 e 28 gradi, evitando temperature troppo basse. I rischi per la salute possono essere:

  • Contrazione dei muscoli in maniera anomala a causa del colpo d’aria fredda
  • Schiena e collo possono risentirne accusando cervicalgia, torcicollo e mal di testa
  • Gli occhi possono soffrire a causa dell’aria, in particolare può seccarsi la congiuntiva

Per evitare dispersioni e mantenere la temperatura ideale in casa una volta raggiunta, è consigliabile tenere chiuse le tapparelle durante il giorno e aprire le finestre la sera, in modo da rinfrescare gli ambienti per la notte.

Infine, non bisogna dimenticare che i rischi per la salute spesso sono causati anche da una manutenzione scorretta dei condizionatori. All’interno dei filtri si possono accumulare piccoli microrganismi e allergeni, che possono provocare disturbi alla salute non indifferenti.

Come misurare la temperatura in casa

Per misurare la temperatura correttamente è consigliabile ricorrere a termostati ambiente affidabili e precisi. La scelta di questi dispositivi, che permettono di avere la temperatura giusta in casa è ampia, e sul mercato si trovano modelli analogici o digitali, da scegliere in base alle proprie esigenze.

Se si sceglie la versione analogica, la misurazione della temperatura dipende molto dalla calibrazione e dalla scala utilizzata, mentre nella versione digitale dipende dal tipo di sensore integrato.

Una volta scelto il termostato ambiente, per individuare la temperatura ottimale in casa bisogna rispettare delle regole durante la misurazione, che sono le seguenti:

  • Non posizionare il termostato vicino a porte o finestre, in quanto uno scarso isolamento può alterare le letture
  • Togliere il termostato da apparecchi che emanano caldo o freddo, come forni, stufe, condizionatori d'aria, ecc.
  • Cercare nell’ambiente un'area centrale per posizionare il termostato

Nella misurazione della temperatura in casa molta influenza ha anche l’umidità. Il tasso di umidità dipende dalla stagione: ad esempio, in inverno, quando l’ambiente solitamente è riscaldato, è consigliabile non ridurre eccessivamente il grado di umidità negli ambienti e fare in modo che si attesti fra il 40 e il 60%.

In questo modo l'aria non si secca, evitando problemi alle mucose del sistema respiratorio. In estate, invece, all'aumento ulteriore del calore deve corrispondere una riduzione del tasso di umidità, onde evitare di creare un clima afoso e favorire la proliferazione di funghi e batteri.

 

Vai all'articolo precedente:Tipi di valvole termostatiche: quali sono le migliori
Vai all'articolo successivo:A cosa serve il circolatore della caldaia e come funziona
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 6% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su